La pace nel mondo e i condomini di casa nostra

Scala condominiale
Scala condominiale

Nel mondo ci sono ancora tanti conflitti, purtroppo! Dopo millenni di storia, l’uomo non è riuscito a mettere al bando le guerre: la Palestina e Israele, gli USA e il medio oriente, la NATO, la Russia e i paesi dell’ex unione sovietica, ecc….

Ci piace pensare, e lo diciamo a gran voce, che a causare questi conflitti sono i politici, le multinazionali e le banche con i loro interessi miliardari; e questo probabilmente è vero.

Andando più nel “piccolo”, mi accorgo però che le cose non sono poi tanto diverse. Lavoro infatti nel campo dell’abbattimento dell’abbattimento delle barriere architettoniche e mi trovo spesso ad interagire con dinamiche di carattere condominiale. Tipicamente, il problema che devo risolvere riguarda un disabile che ha l’esigenza di installare nella scala del fabbricato una piattaforma elevatrice o un montascale.
Ebbene: nella stragrande maggioranza dei casi, l’installazione di questi indispensabili dispositivi viene osteggiata o addirittura impedita dagli altri condomini. E questo anche se il disabile, per esempio, è un bambino immobilizzato su una carrozzina. Perché un montascale può deturpare l’estetica di una scala e quindi deprezzare l’immobile; oppure semplicemente per una ripicca nei confronti dei genitori.

Quello del disabile è forse il caso più vergognoso, ma gli stessi problemi si hanno anche se bisogna rifare una parte esterna dell’edificio; specie se questo porta un beneficio maggiore ad un condomino piuttosto che ad un altro.

La presenza di beni comuni, come una scala, dei posti auto, o un terrazzo scatena spesso contenziosi legali che vanno avanti per anni nelle aule di tribunale. Piccole guerre che si combattono quotidianamente tra le pareti domestiche dove i belligeranti si studiano da dietro le persiane, si scrutano dai buchi delle porte, si combattono a colpi di carta bollata, si insultano (più o meno esplicitamente) nelle riunioni condominiali.

E’ molto strano: non siamo capaci di andare d’accordo nel nostro quotidiano, non riusciamo a metterci d’accordo all’interno di un banale condominio però poi ci stupiamo dei conflitti tra nazioni e ci scandalizziamo del comportamento dei capi di governo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *